Santuario di Romituzzo

 
IL VANGELO DELLA DICIASSETTESIMA DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO.

« Pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo ».


Dal vangelo secondo Matteo. 13, 44-52

In quel tempo Gesù espose ancora una altra parabola: « Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo. Il regno dei cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra.
Ancora, il regno dei cieli è simile a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. Quando è piena, i pescatori la tirano a riva, si mettono a sedere, raccolgono i pesci buoni nei canestri e buttano via i cattivi. Così sarà alla fine del mondo. Verranno gli angeli e separeranno i cattivi dai buoni e li getteranno nella fornace ardente, dove sarà pianto e stridore di denti.
Avete compreso tutte queste cose?». Gli risposero: «Sì». Ed egli disse loro: «Per questo ogni scriba, divenuto discepolo del regno dei cieli, è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche ».

Parola del Signore.

« Trovata una perla di grande valore, va,
vende tutti i suoi averi e la compra ».


RIFLESSIONE

L’uomo di oggi è molto furbo e scaltro allo stesso tempo nel gestire i suoi interessi, i così detti affari e le attività di mercato sono la sua principale attività. Ma la ricchezza, la ricerca del successo non appagano e spesso deludono il cuore dell’uomo; il dono del discernimento aiuta ad uscire dall’insoddisfazione e soprattutto guida nella ricerca di quei beni che non frustrano.
Il tesoro nascosto e la perla preziosa si identificano con lo stesso Gesù che il Padre ha mandato
quale valore incalcolabile, verità assoluta, nulla si può anteporre al possesso o meglio alla comunione con lui che per unirsi alla nostra natura umana “ non ritenne un privilegio l’essere come Dio, ma svuotò se stesso assumendo una condizione di servo” . L’amore di Dio è andato alla ricerca dell’uomo, lo stesso amore deve guidare l’uomo alla ricerca di Dio. Ricordiamo che il doni di Dio non possono sostituire lui, fonte di ogni bene.


PREGHIAMO

O Pare, fonte di ogni sapienza,
che ci hai rivelato in Cristo il tesoro nascosto e la perla preziosa,
concedi a noi il discernimento dello Spirito,
perché sappiamo apprezzare fra le cose del mondo
il valore inestimabile del tuo regno,
pronti ad ogni rinunzia
per l’acquisto del tuo dono.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio,
che è Dio, e vive e regna con te,
nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.


 

<< Pagina Iniziale
Il Santuario La Storia Le Immagini Il Giornalino Le Attivita' Torna alla pagina iniziale del sito E-mail: info@romituzzo.it Il materiale pubblicato e' coperto da copyright. In costruzione
Sito internet realizzato da TNX sas
Torna alla Home Page