Santuario di Romituzzo

 

IL VANGELO DELLA VENTOTTESIMA DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO.

« Ecco ho preparato il mio pranzo e tutto è pronto; venite alle nozze ».


Dal vangelo secondo Matteo. 22, 1-14

In quel tempo, rispondendo Gesù riprese a parlar loro in parabole e disse: «Il regno dei cieli è simile a un re che fece un banchetto di nozze per suo figlio. Egli mandò i suoi servi a chiamare gli invitati alle nozze, ma questi non vollero venire. Di nuovo mandò altri servi a dire: Ecco ho preparato il mio pranzo; i miei buoi e i miei animali ingrassati sono già macellati e tutto è pronto; venite alle nozze. Ma costoro non se ne curarono e andarono chi al proprio campo, chi ai propri affari; altri poi presero i suoi servi, li insultarono e li uccisero. Allora il re si indignò e, mandate le sue truppe, uccise quegli assassini e diede alle fiamme la loro città. Poi disse ai suoi servi: Il banchetto nuziale è pronto, ma gli invitati non ne erano degni; andate ora ai crocicchi delle strade e tutti quelli che troverete, chiamateli alle nozze. Usciti nelle strade, quei servi raccolsero quanti ne trovarono, buoni e cattivi, e la sala si riempì di commensali. Il re entrò per vedere i commensali e, scorto un tale che non indossava l'abito nuziale, gli disse: Amico, come hai potuto entrare qui senz'abito nuziale? Ed egli ammutolì. Allora il re ordinò ai servi: Legatelo mani e piedi e gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti. Perché molti sono chiamati, ma pochi eletti».

Parola del Signore.

« Molti sono chiamati, ma pochi eletti ».

Gesù in questa parabola descrive ancora l’agire del Padre nella storia della salvezza: i primi invitati sono il popolo di Israele che non ha risposto con fedeltà ai ripetuti inviti di Dio, anzi “costoro non se ne curarono e andarono chi al proprio campo, chi ai propri affari”. Da questo rifiuto è nato il popolo della Nuova Alleanza: La Chiesa è la sposa di Cristo, scelta dal Padre per celebrare le nozze eterne del suo Figlio. Sentiamoci dunque invitati alla cena del Signore, scelti per essere beati. La partecipazione alla Messa della domenica non sia per noi solo una buona abitudine, o peggio una tassa da pagare; comunicando al corpo e sangue di Gesù noi siamo rivestiti della splendida veste nuziale della santità. Abbandoniamo dunque l’abito vecchio, dell’uomo che si corrompe dietro le sue passioni, per avere la certezza di non essere esclusi per sempre dalla festa che Dio ci ha preparato.

PREGHIAMO

O Padre, che inviti il mondo intero alle nozze del tuo Figlio,
donaci la sapienza del tuo Spirito,
perché possiamo testimoniare qual è la speranza della nostra chiamata,
e nessun uomo abbia mai a rifiutare il banchetto della vita eterna
o a entrarvi senza l’abito nuziale.
Per il nostro Signore Gesù Cristo tuo Figlio che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli. Amen.


 

<< Pagina Iniziale
Il Santuario La Storia Le Immagini Il Giornalino Le Attivita' Torna alla pagina iniziale del sito E-mail: info@romituzzo.it Il materiale pubblicato e' coperto da copyright. In costruzione
Sito internet realizzato da TNX sas
Torna alla Home Page