Santuario di Romituzzo

  Il VANGELO della IV Domenica di Pasqua


« Io sono il buon pastore. Il buon pastore offre la vita per le pecore ».


Dal vangelo secondo Giovanni. 10,11-18

[11]In quel tempo, Gesù disse: «Io sono il buon pastore. Il buon pastore offre la vita per le pecore. [12]Il mercenario invece, che non è pastore e al quale le pecore non appartengono, vede venire il lupo, abbandona le pecore e fugge e il lupo le rapisce e le disperde; [13]egli è un mercenario e non gli importa delle pecore. [14]Io sono il buon pastore, conosco le mie pecore e le mie pecore conoscono me, [15]come il Padre conosce me e io conosco il Padre; e offro la vita per le pecore. [16]E ho altre pecore che non sono di quest'ovile; anche queste io devo condurre; ascolteranno la mia voce e diventeranno un solo gregge e un solo pastore. [17]Per questo il Padre mi ama: perché io offro la mia vita, per poi riprenderla di nuovo. [18]Nessuno me la toglie, ma la offro da me stesso, poiché ho il potere di offrirla e il potere di riprenderla di nuovo. Questo comando ho ricevuto dal Padre mio».

Parola del Signore.



« E ho altre pecore che non sono di quest'ovile;
anche queste io devo condurre ».



Riflessione.

Oggi ci viene rivelato l’amore di Dio per le sue creature; Gesù che si presenta a noi come il buon pastore, l’unico a offrire al sua vita per salvare il ciascuna delle pecore del gregge che il Padre gli ha affidato, incarna e manifesta quanto valiamo e come siamo preziosi agli occhi di questo Dio che spesso diciamo lontano e assente nella nostra vita . Domandiamo la docilità di cuore per ascoltare la voce del Pastore perché da lui guidati, possiamo arrivare a contemplare il volto di quel Padre che ci ama da sempre.



 

<< Pagina Iniziale
Il Santuario La Storia Le Immagini Il Giornalino Le Attivita' Torna alla pagina iniziale del sito E-mail: info@romituzzo.it Il materiale pubblicato e' coperto da copyright. In costruzione
Sito internet realizzato da TNX sas
Torna alla Home Page