Santuario di Romituzzo

  Il Vangelo della quinta Domenica T.O.

« Guarì molti che erano afflitti da varie malattie e scacciò molti demòni ».

Dal vangelo secondo Marco. 1, 29-39

In quel tempo, Gesù uscito dalla sinagoga, si recò subito in casa di Simone e di Andrea, in compagnia di Giacomo e di Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. Egli, accostatosi, la sollevò prendendola per mano; la febbre la lasciò ed essa si mise a servirli. Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era riunita davanti alla porta. Guarì molti che erano afflitti da varie malattie e scacciò molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo conoscevano.
Al mattino si alzò quando ancora era buio e, uscito di casa, si ritirò in un luogo deserto e là pregava. Ma Simone e quelli che erano con lui si misero sulle sue tracce e, trovatolo, gli dissero: «Tutti ti cercano!». Egli disse loro: «Andiamocene altrove per i villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!». E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni.

Parola del Signore.



« Andiamocene per i villaggi vicini, perché io predichi anche là ».

Gesù è il cuore del Padre che rivela la sua attenzione e preoccupazione per la sofferenza dell’uomo. Dio non è assente né insensibile ma nel suo Figlio è accanto a chi è nella prova, stende la sua mano per sollevare chi è duramente colpito. Provati nel corpo e nello spirito, domandiamo al Signore che versi sulle nostre ferite il vino della speranza e l’olio della consolazione, perché crediamo che in lui ogni angoscia è vinta e non disperiamo dell’amore infinito del Padre.
Preghiamo

O Dio grande e misericordioso, che nel tuo amore di Padre ti accosti alla sofferenza di tutti gli uomini e li unisci alla Pasqua del tuo Figlio, rendici puri e forti nelle prove della vita, perché sull’esempio di Cristo impariamo a condividere con i fratelli il mistero del dolore, illuminati dalla speranza della che ci salva.
Per il nostro Signore Gesù Cristo che è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.









 

<< Pagina Iniziale
Il Santuario La Storia Le Immagini Il Giornalino Le Attivita' Torna alla pagina iniziale del sito E-mail: info@romituzzo.it Il materiale pubblicato e' coperto da copyright. In costruzione
Sito internet realizzato da TNX sas
Torna alla Home Page