Santuario di Romituzzo

  IL VANGELO DELLA DOMENICA DI PENTECOSTE

« Io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Consolatore
perché rimanga con voi per sempre ».



Dal vangelo secondo Giovanni. 14, 15-16. 23-26

In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli: «Se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò. Se mi amate, osserverete i miei comandamenti. Io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Consolatore perché rimanga con voi per sempre .
Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama non osserva le mie parole; la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato. Queste cose vi ho detto quando ero ancora tra voi. Ma il Consolatore, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, egli v'insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto ».

Parola del Signore.

« Lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome,
v'insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto».


Riflessione.

Lo Spirito Santo che è Dio, è l’anima della Chiesa. Senza di lui, Dio è lontano, Cristo resta nel passato, il Vangelo lettera morta, la Chiesa un semplice organizzazione, l’autorità una dominazione, la missione una propaganda, il culto un’evocazione e l’agire cristiano una morale da schiavi. Ma nello Spirito l’universo è rinnovato e l’uomo viene introdotto nel mistero di Dio, reso partecipe della vita trinitaria. Lo Spirito è il Dono che è dato senza misura, ed è dato interamente a tutti, resta ovunque a nostra disposizione e ci è concesso nella misura in cui vorremo accoglierlo. Questo dono resta con noi fino alla fine del mondo ed è il conforto della nostra attesa, è il pegno della speranza futura e rande dolce il nostro ritorno al Padre.

Preghiamo

Vieni, Santo Spirito, manda a noi dal cielo, un raggio della tua luce.

Vieni, padre dei poveri, vieni, datore dei doni, vieni, luce dei cuori.

Consolatore perfetto, ospite dolce dell'anima, dolcissimo sollievo.

Nella fatica, riposo, nella calura, riparo, nel pianto, conforto.

O luce beatissima invadi nell'intimo il cuore dei tuoi fedeli.

Senza la tua forza, nulla è nell'uomo, nulla senza colpa.

Lava ciò che è sordido, bagna ciò che è arido, sana ciò che sanguina.

Piega ciò che è rigido, scalda ciò che è gelido, drizza ciò ch'è sviato.

Dona ai tuoi fedeli che solo in te confidano i tuoi santi doni.

Dona virtù e premio, dona morte santa, dona gioia eterna. Amen. Alleluia!




 

<< Pagina Iniziale
Il Santuario La Storia Le Immagini Il Giornalino Le Attivita' Torna alla pagina iniziale del sito E-mail: info@romituzzo.it Il materiale pubblicato e' coperto da copyright. In costruzione
Sito internet realizzato da TNX sas
Torna alla Home Page