Santuario di Romituzzo

  IL VANGELO DELLA SECONDA DOMENICA DI QUARESIMA.

« Trasfigurato davanti a loro,
il volto di Gesù brillò come il sole ».



Dal vangelo secondo Matteo. 17, 1-9

Sei giorni dopo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni suo fratello e li condusse in disparte, su un alto monte. E fu trasfigurato davanti a loro; il suo volto brillò come il sole e le sue vesti divennero candide come la luce. Ed ecco apparvero loro Mosè ed Elia, che conversavano con lui. Pietro prese allora la parola e disse a Gesù: «Signore, è bello per noi restare qui; se vuoi, farò qui tre tende, una per te, una per Mosè e una per Elia». Egli stava ancora parlando quando una nuvola luminosa li avvolse con la sua ombra. Ed ecco una voce che diceva: «Questi è il Figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto. Ascoltatelo». All'udire ciò, i discepoli caddero con la faccia a terra e furono presi da grande timore. Ma Gesù si avvicinò e, toccatili, disse: «Alzatevi e non temete». Sollevando gli occhi non videro più nessuno, se non Gesù solo.
E mentre discendevano dal monte, Gesù ordinò loro: «Non parlate a nessuno di questa visione, finché il Figlio dell'uomo non sia risorto dai morti».

Parola del Signore.


« Signore, è bello per noi restare qui ».

RIFLESSIONE.

Pietro, conquistato da ciò che i suoi occhi contemplano esclama: “Signore, è bello per noi stare qui”. E’ il suo cuore pieno di gioia che gli fa dire queste parole, è l’aver raggiunto il massimo della felicità che gli fa chiedere di prolungare l’estasi di quella visione. Se nel nostro cammino di vita interiore non siamo giunti a questo stadio, a questa intensità di desiderio, non preoccupiamoci: importante è sapere di essere partiti, sapere di avere intrapreso un cammino di fede per salire con Gesù sul monte. Dio ha intrapreso con noi un’opera, chiediamo che lui stesso la porti a compimento.

PREGHIAMO.

O Padre, che ci chiami ad ascoltare il tuo amato Figlio,
nutri la nostra fede con la tua parola e purifica gli occhi del nostro spirito,
perché a noi che siamo pellegrini sulla terra,
sia dato di godere la visione della tua gloria.
Per il nostro Signore Gesù Cristo che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.






 

<< Pagina Iniziale
Il Santuario La Storia Le Immagini Il Giornalino Le Attivita' Torna alla pagina iniziale del sito E-mail: info@romituzzo.it Il materiale pubblicato e' coperto da copyright. In costruzione
Sito internet realizzato da TNX sas
Torna alla Home Page