Santuario di Romituzzo

  IL VANGELO DELLA QUARTA DOMENICA DI PASQUA
« Io sono il buon pastore ».

Dal vangelo secondo Giovanni . 10, 1-10

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «In verità, in verità vi dico: chi non entra nel recinto delle pecore per la porta, ma vi sale da un'altra parte, è un ladro e un brigante. Chi invece entra per la porta, è il pastore delle pecore. Il guardiano gli apre e le pecore ascoltano la sua voce: egli chiama le sue pecore una per una e le conduce fuori. E quando ha condotto fuori tutte le sue pecore, cammina innanzi a loro, e le pecore lo seguono, perché conoscono la sua voce. Un estraneo invece non lo seguiranno, ma fuggiranno via da lui, perché non conoscono la voce degli estranei». Questa similitudine disse loro Gesù; ma essi non capirono che cosa significava ciò che diceva loro. Allora Gesù disse loro di nuovo: «In verità, in verità vi dico: io sono la porta delle pecore. Tutti coloro che sono venuti prima di me, sono ladri e briganti; ma le pecore non li hanno ascoltati. Io sono la porta: se uno entra attraverso di me, sarà salvo; entrerà e uscirà e troverà pascolo. Il ladro non viene se non per rubare, uccidere e distruggere: io sono venuto perché abbiano la vita e l'abbiano in abbondanza» .

Parola del Signore.

« Io sono venuto perché abbiano la vita e l'abbiano in abbondanza ».


RIFLESSIONE.

La presenza di Gesù “ buon pastore ” rivela l’amore del Padre per ogni sua creatura, tutti noi siamo oggetto delle sue cure e delle sue preoccupazioni. Gesù è stato inviato per radunare le pecore disperse e cercare quelle che si sono smarrite; è venuto a guarire quelle ammalate perché sono queste ad aver bisogno del medico. Gesù è venuto per le pecore che non hanno pastore, vuole prendersi cura anche di loro. Per tutte le sue pecore brama ardentemente il meglio; ciò che da sole non sono riuscite a procurarsi, né altri sono riusciti a dargli, il buon pastore lo concede senza misura: « Io sono venuto perché abbiano la vita e l'abbiano in abbondanza ».

PREGHIAMO.

O Dio, nostro Padre,
che nel tuo Figlio ci hai riaperto la porta della salvezza,
infondi in noi la sapienza dello Spirito,
perché fra le insidie del mondo sappiamo riconoscere la voce
di Cristo buon pastore, che ci dona l’abbondanza della vita.




 

<< Pagina Iniziale
Il Santuario La Storia Le Immagini Il Giornalino Le Attivita' Torna alla pagina iniziale del sito E-mail: info@romituzzo.it Il materiale pubblicato e' coperto da copyright. In costruzione
Sito internet realizzato da TNX sas
Torna alla Home Page