Santuario di Romituzzo

 
Il Vangelo della ventunesima Domenica del Tempo Ordinario.

« E' lo Spirito che dà la vita, la carne non giova a nulla ;
le parole che vi ho dette sono spirito e vita ».


Dal vangelo secondo Giovanni. 6, 60-69

In quel tempo, molti dei suoi discepoli, dopo aver ascoltato, dissero: «Questo linguaggio è duro; chi può intenderlo?». Gesù, conoscendo dentro di sé che i suoi discepoli proprio di questo mormoravano, disse loro: «Questo vi scandalizza? E se vedeste il Figlio dell'uomo salire là dov'era prima? E' lo Spirito che dà la vita, la carne non giova a nulla; le parole che vi ho dette sono spirito e vita. Ma vi sono alcuni tra voi che non credono». Gesù infatti sapeva fin da principio chi erano quelli che non credevano e chi era colui che lo avrebbe tradito. E continuò: «Per questo vi ho detto che nessuno può venire a me, se non gli è concesso dal Padre mio».
Da allora molti dei suoi discepoli si tirarono indietro e non andavano più con lui.
Disse allora Gesù ai Dodici: «Forse anche voi volete andarvene?». Gli rispose Simon Pietro: «Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna; noi abbiamo creduto e conosciuto che tu sei il Santo di Dio».

Parola del Signore.
« Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna ».

E’ questa la conclusione del discorso di Gesù, pane vivo disceso dal cielo; come battezzati, oggi siamo invitati ad aderire con fede al mistero che ci viene proposto. Spesso il Vangelo con le sue verità e i suoi insegnamenti ci sembrano difficili, inadeguati per i tempi che viviamo e anche noi diciamo: «Questo linguaggio è duro; chi può intenderlo?». Nascondiamo la nostra poca fede dietro presunte difficoltà, nasce così il momento dll’abbandono, ci tiriamo indietro credendo che altri progetti ci diano più garanzie di Gesù. Il Cristianesimo non è un filosofia di vita, né una moda che poi passa, Gesù oggi ci dice: «E' lo Spirito che dà la vita, la carne non giova a nulla; le parole che vi ho dette sono spirito e vita ». Ciò che appare difficile senza senso, senza valore, duro da praticare, spesso è l’unica strada per arrivare alla conoscenza della verità.
«Forse anche voi volete andarvene?». Il cristiano è chiamato ogni giorno a rendere ragione della speranza che è in lui, non possiamo annacquare il Vangelo, barattare i nostri valori. Come Pietro, sempre dobbiamo rispondere: «Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna; noi abbiamo creduto e conosciuto che tu sei il Santo di Dio».

Preghiamo

O Dio nostra salvezza, che in Cristo parola di vita eterna,
ci dai la rivelazione piena del tuo amore,
guida con la luce dello Spirito questa santa assemblea del tuo popolo,
perché nessuna parola umana ci allontani da te unica fonte di verità e di vita.
Per il nostro Signore Gesù Cristo che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli. Amen.



 

<< Pagina Iniziale
Il Santuario La Storia Le Immagini Il Giornalino Le Attivita' Torna alla pagina iniziale del sito E-mail: info@romituzzo.it Il materiale pubblicato e' coperto da copyright. In costruzione
Sito internet realizzato da TNX sas
Torna alla Home Page