Santuario di Romituzzo

 
IL VANGELO DELLA OTTAVA DOMENICA
DEL TEMPO ORDINARIO.


« Nessuno può servire due padroni.
Non potete servire Dio e la ricchezza ».


Dal vangelo secondo Matteo. 5,38-48

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: « Nessuno può servire due padroni, perché o odierà l’uno e amerà l’altro, oppure si affezionerà all’uno e disprezzerà l’altro. Non potete servire Dio e la ricchezza.
Perciò io vi dico: non preoccupatevi per la vostra vita, di quello che mangerete o berrete, né per il vostro corpo, di quello che indosserete; la vita non vale forse più del cibo e il corpo più del vestito? Guardate gli uccelli del cielo: non séminano e non mietono, né raccolgono nei granai; eppure il Padre vostro celeste li nutre. Non valete forse più di loro? E chi di voi, per quanto si preoccupi, può allungare anche di poco la propria vita? E per il vestito, perché vi preoccupate? Osservate come crescono i gigli del campo: non faticano e non filano. Eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro. Ora, se Dio veste così l’erba del campo, che oggi c’è e domani si getta nel forno, non farà molto di più per voi, gente di poca fede? Non preoccupatevi dunque dicendo:
“Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo?”. Di tutte queste cose vanno in cerca i pagani. Il Padre vostro celeste, infatti, sa che ne avete bisogno. Cercate invece, anzitutto, il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta. Non preoccupatevi dunque del domani, perché il domani si preoccuperà di se stesso. A ciascun giorno basta la sua pena ».

Parola del Signore.

« Il Padre vostro celeste, infatti, sa che ne avete bisogno. ».

RIFLESSIONE

La ricchezza ha spesso il soppravvento sull’uomo, diventando, non un bene messo a sua disposizione, ma il fine della sua vita. Essa domina il cuore e si sostituisce a Dio che è l’unico e vero Signore della nostra vita.
La ricerca spasmodica dei beni diventa la sola nostra preoccupazione e la richiesta a Dio del pane e del vestito, l’unica nostra preghiera. Un cuore preoccupato dice che l’uomo ha uno sguardo solo orizzontale e ripiegato su se stesso: vede solo ciò che gli manca. Gesù ci invita ad avere un cuore libero, non condizionato, non avido di avere ma già appagato nel sentirsi figlio di un Padre che sa, conosce le nostre necessità ma soprattutto non ci sazia con i suoi doni ma ci dona tutto se stesso


PREGHIAMO

Padre santo, che vedi e provvedi a tutte le creature
sostienici con la forza del tuo Spirito,
perché in mezzo alle preoccupazioni di ogni giorno
non ci lasciamo dominare dall’avidità e dall’egoismo
ma operiamo con piena fiducia per la libertà e la giustizia del tuo regno.
Per il nostro Signore Gesù Cristo tuo Figlio che è Dio
e vive e regna con te per tutti i secoli dei secoli. Amen.



 

<< Pagina Iniziale
Il Santuario La Storia Le Immagini Il Giornalino Le Attivita' Torna alla pagina iniziale del sito E-mail: info@romituzzo.it Il materiale pubblicato e' coperto da copyright. In costruzione
Sito internet realizzato da TNX sas
Torna alla Home Page