Santuario di Romituzzo

 
IL VANGELO DELLA VENTESIMA DOMENICA
DEL TEMPO ORDINARIO


« Sono venuto a portare il fuoco sulla terra ».


Dal vangelo secondo Luca 12, 49-57


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Sono venuto a gettare fuoco sulla terra, e quanto vorrei che fosse già acceso! Ho un battesimo nel quale sarò battezzato, e come sono angosciato finché non sia compiuto!
Pensate che io sia venuto a portare pace sulla terra? No, io vi dico, ma
divisione. D’ora innanzi, se in una famiglia vi sono cinque persone, saranno divisi tre contro due e due contro tre; si divideranno padre contro figlio e figlio contro padre, madre contro figlia e figlia contro madre, suocera contro nuora e nuora contro suocera».

Diceva ancora alle folle: «Quando vedete una nuvola salire da ponente, subito dite: “Arriva la pioggia”, e così accade. E quando soffia lo scirocco, dite: “Farà caldo”, e così accade. Ipocriti! Sapete valutare l’aspetto della terra e del cielo; come mai questo tempo non sapete valutarlo? E perché non giudicate voi stessi ciò che è giusto? ».

Parola del Signore.



« C'è un battesimo che devo ricevere; e come sono angosciato, finché non sia compiuto! ».

Il fuoco che Gesù vuole accendere non è il fuoco che scende dal cielo per consumare e distruggere come le acque del diluvio al tempo di Noè: Giovanni Battista annuncia che il Messia battezzerà in Spirito Santo e fuoco e Gesù, dopo la sua morte e risurrezione, invia lo Spirito a rinnovare il cuore dell’uomo. La Pentecoste è la primavera dello Spirito, il fuoco che rianima l’ardore dei cuori. Questo fuoco mette in fuga i demoni e sradica il peccato è energia immortale per l’uomo fatto di terra. Preghiamo perché perchè si accenda anche in noi per camminare alla sua luce e non in campiamo nelle insidie del compromesso e della contraddizione ma risplendiamo come astri nel mondo per brillare nel firmamento della gloria del Padre.

Preghiamo

O Dio, che nella croce del tuo Figlio, segno di contraddizione,
riveli i segreti dei cuori fa’ che l’umanità non ripeta il tragico rifiuto della verità
e della grazia, ma sappia discernere i segni dei tempi per essere salva nel tuo nome.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio,
che è Dio e vive e regna con te nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli. Amen.






 

<< Pagina Iniziale
Il Santuario La Storia Le Immagini Il Giornalino Le Attivita' Torna alla pagina iniziale del sito E-mail: info@romituzzo.it Il materiale pubblicato e' coperto da copyright. In costruzione
Sito internet realizzato da TNX sas
Torna alla Home Page