Santuario di Romituzzo

  - II DOMENICA D’AVVENTO. “Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri.”-

- Dal vangelo secondo Matteo. - (Mt 3, 1 - 12)

In quei giorni comparve Giovanni il Battista a predicare nel deserto della Giudea, [2]dicendo:
«Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino!». [3]Egli è colui che fu annunziato dal profeta Isaia quando disse: “Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri!” [4]Giovanni portava un vestito di peli di cammello e una cintura di pelle attorno ai fianchi; il suo cibo erano locuste e miele selvatico. [5]Allora accorrevano a lui da Gerusalemme, da tutta la Giudea e dalla zona adiacente il Giordano; [6]e, confessando i loro peccati, si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano. [7]Vedendo però molti farisei e sadducei venire al suo battesimo, disse loro: «Razza di vipere! Chi vi ha suggerito di sottrarvi all’ira imminente? [8]Fate dunque frutti degni di conversione, [9]e non crediate di poter dire fra voi: Abbiamo Abramo per padre. Vi dico che Dio può far sorgere figli di Abramo da queste pietre. [1O]Gia la scure è posta alla radice degli alberi: ogni albero che non produce frutti buoni viene tagliato e gettato nel fuoco. [11]Io vi battezzo con acqua per la conversione; ma colui che viene dopo di me è più potente di me e io non son degno neanche di portargli i sandali; egli vi battezzerà in Spirito santo e fuoco. [l2]Egli ha in mano il ventilabro, pulirà la sua aia e raccoglierà il suo grano nel granaio, ma brucerà la pula con un fuoco inestinguibile ».

- Parola del Signore. -


-«Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino»-


- Riflessione -

La seconda domenica d’ avvento è segnata dalla presenza di Giovanni Battista, l’ultimo dei profeti del Vecchio Testamento e il primo del Nuovo. Mandato a preparare la via al Signore, la sua predicazione ha scosso gli uomini della sua generazione e il suo ammonimento non ha cessato di risuonare nel mondo. La stessa voce richiama anche noi e con forza ci invita alla conversione profonda. Non basta essere figli di Abramo, come non basta essere cristiani per prendere parte alla eredità riservata ai figli di Dio, il Battesimo impegna il credente a vivere secondo lo Spirito, è lui che ci rende graditi al Padre. Spesso a noi basta una vita cristiana fatta di pratiche religiose e soddisfatti del nostro perbenismo. La vera conversione porta a una rinascita e i frutti di una vera conversione attestano che lo Spirito che si posa sul Messia abita anche in noi, “Spirito di sapienza e di intelligenza, spirito di consiglio e di fortezza, spirito di conoscenza e di timore del Signore”. Così vivremo secondo Dio che si compiacerà di tutti i suoi figli.

Il parroco




 

<< Pagina Iniziale
Il Santuario La Storia Le Immagini Il Giornalino Le Attivita' Torna alla pagina iniziale del sito E-mail: info@romituzzo.it Il materiale pubblicato e' coperto da copyright. In costruzione
Sito internet realizzato da TNX sas
Torna alla Home Page